Tutti nasciamo con un sogno, i più fortunati con più di uno!

Un giorno il Maestro Luigi Biasetto mi ha detto che ognuno di noi nasce con una missione dove prima o poi nella vita dà il meglio di sè.

Il mio sogno più grande è sempre stato quello di scrivere. Scrivere è la mia missione, il mio posto nel mondo; perché solo facendolo riesco ad esprimere me stessa, a raccontare viaggi emotivi in cui persone e cose, attraverso le mie parole scritte, svelano il meglio di loro. E’ solo quando scrivo che do il meglio di me.

Fin da bambina volevo fare la giornalista e la scrittrice. Sogno realizzato… Giornalista dal 2000, ho diretto un mensile e scritto per molti giornali, pubblicato libri…

Ma nella vita c’è sempre qualche occasione per crescere, ogni giorno dobbiamo metterci alla prova e migliorarci.

Il food è stato il mondo in cui ho deciso di mettermi alla prova. Prima la scoperta dell’intolleranza al lattosio, che mi ha costretto a modificare i miei piatti (c’erano molti meno prodotti privi di lattosio sul mercato allora) e il blog lactosefree è nato quasi per gioco… Un gioco di impiattamenti e combinazione di sapori, per portare in tavola il “senza lattosio con gusto e un po’ di arte” e comunicare il concetto che possiamo non rinunciare a nulla quando ci sediamo in tavola con le nostre pietanze lactose free! Ma soprattutto un gioco che ha l’obiettivo di diffondere la cultura della giusta importanza e considerazione che il mondo della ristorazione deve avere per le intolleranze e le allergie alimentari.

Su questo tema ho iniziato a intervistare esperti, a scrivere articoli e così… perché non unire il giornalismo, o meglio il mio costante e sfrenato bisogno di scrivere, con il mondo del food?

Un Master in critica enogastronomica e poi eccomi qui, “a caccia di sapori” e a scrivere di cibo. E più scrivo, più la voglia di scoprire nuove cucine, ristoranti, culture e segreti del mondo del food crescono.

A caccia di sapori sì, ma sempre e ancora di più “a caccia di emozioni”, perché non scrivo se non trovo loro, le emozioni, quelle vere, quelle che quando entri in un locale e incontri le persone percepisci delle vibrazioni…

RistorHunter vuole essere una vetrina elegante di eccellenze food&wine, cucine di ogni genere (da quelle stellate allo street food passando attraverso le osterie e trattorie, che sono lo specchio della tradizione culinaria di un territorio), anche eventi e interviste a chef. Ma soprattutto un’occasione, un’opportunità, per raccontare il mondo del food&wine in modo emozionale.

Ma una vetrina che è più ricca se molte persone ne allestiscono un angolino e così… mentre io stessa vado a caccia di sapori e di emozioni, cerco altri critici con la mia stessa passione e voglia di raccontare.

Cari cacciatori di sapori e di emozioni, vi aspetto! Scrivetemi.

 

Incontri e racconti – FOTO