Il ristorante L’Imbuto di Cristiano Tomei trova casa a Palazzo Pfanner a Lucca

Cristiano Tomei

La nuova location del ristorante L’imbuto.

Ve lo ricordate Il Marchese del Grillo di Mario Monicelli e lo splendido palazzo che ne ha ospitato le riprese? E’ il Palazzo Pfanner di Lucca, con il suo splendido giardino barocco all’italiana progettato agli inizi del Settecento da Filippo Juvar, che pare fatto per ospitare eventi e spettacoli.

Ed ora proprio su quel giardino si affaccerà niente meno che il ristorante di Cristiano Tomei.

 

Photo credits: LIDO VANNUCCHI

L’Imbuto, dopo aver aperto nel 2012 all’interno del Lu.C.C.A. (Lucca Center of Contemporary Art) e aver conquistato nel 2014 la stella Michelin, ha trovato infatti oggi la casa a lungo cercata da chef Tomei.

A pochi passi dalle Mura cinquecentesche e dai palazzi medievali di Lucca, il ristorante, ospitato all’interno della limonaia di Palazzo Pfanner, ha 40 coperti distribuiti in due sale. Quando poi il giardino aprirà alla stagione primaverile ed estiva se ne aggiungeranno altri 25.

E siccome il giardino, appunto, sembra essere stato disegnato proprio per quello, non mancheranno gli eventi, curati dalla moglie dello chef (sommelier e responsabile di sala) Laura Verpecinskaite.

Sorpresa finale, per chi vorrà sperimentare un’esperienza speciale, è possibile trascorrere momenti più intensi e unici nella saletta privata con un solo tavolo.

Photo credits: LIDO VANNUCCHI

La cucina e il pensiero di Cristiano Tomei.

Il trasferimento della sede de L’Imbuto (lo chef ci tiene molto a sottolinearlo) sarà un cambiamento nel segno della continuità.

Cristiano Tomei continuerà infatti ad amare il coccolare gli ospiti presentandogli personalmente i suoi piatti.

Il ristorante L'Imbuto di Cristiano Tomei si sposta a Palazzo Pfanner a Lucca
chef Cristiano Tomei – credits: LIDO VANNUCCHI

E a proposito di piatti, ancora una volta, anche a Palazzo Pfanner, sarà impossibile degustare due volte lo stesso piatto.

Certo, alcune icone come i “Raviolini all’olio” e la “Bistecca primaverile” non mancheranno, ma chef Tomei tiene ferma la sua natura, il suo voler e aver bisogno di cambiare e mutare continuamente.

In tavola tutte le tecniche della cultura gastronomica, ma solo materia prima locale: il pesce del Tirreno, frutta, verdura, carne e latticini della Garfagnana e, dulcis in fundo, fiori selvatici, erbe, bacche e germogli raccolti personalmente dallo chef.

 

RISTORATE L’IMBUTO

piazza del collegio, 7- Lucca

Telefono 331 9308931

e-mail: ristoranteimbuto@hotmail.it

Stampa

Lascia un commento

*